Da giovedì a Tortona si può parcheggiare sui marciapiedi

Sul sito del Comune di Tortona ancora non si trova nessuna notizia ufficiale. Ad ogni modo ogni volta che si parla di ZTL viene sottratto ai pedoni qualche nuovo tratto.



A Tortona si parcheggia sui marciapiedi

Risvegliamo Tortona strombazzando con il clacson?

Ha del singolare l’ordinanza firmata Luigi Bonetti, assessore “forzista” alla viabilità del Comune di Tortona sotto la Giunta Chiodi. Quella che è stata eletta la scorsa primavera all’urlo di “Risvegliamo Tortona“.

Grazie all’ordinanza che potremmo soprannominare “Bonetti“, da giovedì scorso a Tortona si può percorre in auto buona parte della vecchia ZTL e anche parcheggiare sui marciapiedi. I tortonesi dovranno sì stare svegli d’ora in poi, soprattutto quando cammineranno per le vie del centro. Forse non lo sono stati abbastanza in campagna elettorale, fatto sta che d’ora in poi converrà loro stare molto svegli se non vorranno essere asfaltati dalle auto che, lentamente torneranno a riprendersi il centro storico. Ma procediamo con ordine.

La rana e l’acqua calda

Il Comune di Tortona ha deciso contro il parere della maggioranza dei cittadini ma soprattutto senza un comunicato ufficiale di riaprire alle auto una parte non ben definita della ZTL esistente. Dico che l’area riaperta alle auto non è chiara perché ad ogni nuova comunicazione del Comune si aggiunge qualche via o vengono modificati i tempi. Ecco come è stata comunicata a tratti una scelta evidentemente già presa per intero.

– Verso fine ottobre (Tortona – Il martedì nero della giunta Chiodi, con la ZTL rischia l’autogoal) viene data la notizia che Piazzetta de Amicis e il tratto nord della via Emilia, sarebbero state riaperte alle auto in fase sperimentale per sei mesi;

– Qualche giorno dopo si scopre che anche via Ammiraglio Mirabello rientra nell’ordinanza di apertura (Ultim’ora – Anche via Ammiraglio Mirabello riaperta alle auto. Palazzo Guibono diventerà un drive in?); NOVITÅ: aggiunta via Mirabello.

– A questo punto il Comune, forse perché sui social è scoppiata la polemica e praticamente nessuno è favorevole all’ordinanza, tranne un groppuscolo di commercianti del centro, prende tempo e passa la patata bollente ai vigili urbani. Sotto organico e senza la possibilità di essere sul territorio (da quando si è insediata la Giunta Chiodi la via Emilia ha sempre, a tutte le ore del giorno, auto in divieto di sosta), ai vigili è stato dato anche quest’onere di decidere per conto del Comune (Slitta il procedimento di riapertura alle auto della ZTL di Tortona – Sarà decisivo il parere dei vigili); NOVITÅ: si cerca di scaricare la responsabilità sui vigili urbani.

Le notizie che vi do non hanno niente di ufficiale, il Comune di Tortona, infatti, a mio giudizio colpevolmente, non sta informando adeguatamente i cittadini della vicenda. E dire che tutti noi paghiamo a Federico Chiodi un portavoce (Il Comune di Tortona paga, il centro-destra riscuote), che forse non sa quali parole trovare per descrivere questa assurda vicenda.

– Il 7 novembre viene data la notizia di riapertura, in questo modo la Giunta Chiodi intende Risvegliare la nostra città (ZTL – Con Federico Chiodi Sindaco, Tortona si è risvegliata… negli anni Novanta);

– Per farla breve, ad oggi (poi aspettiamo gli sviluppi nei prossimi giorni) la riapertura al traffico di via Emilia e via Ammiraglio Mirabello non sarà sperimentale per sei mesi, ma definitiva e uno dei due marciapiedi di via Mirabello diventerà un parcheggio. NOVITÅ: La riapertura al traffico della via Emilia nord non sarà più sperimentale ma definitiva. NOVITÅ: il parcheggio lato sud di via Mirabello sarà utilizzato come parcheggio.

Il Comune tarda a dare la notizia, per adesso è uscita solo su un controverso giornale on-line

Un’altra stranezza di tutta questa vicenda è che le notizie, prima ancora di essere pubblicate sul sito del Comune di Tortona e divulgate attraverso i comunicati stampa, vengono date in anteprima esclusiva alla nota testata sovranista cittadina (nel mirino di facebook per contenuti violenti), Oggi Cronaca.  Questo è un altro aspetto veramente fumoso e singolare di questa vicenda…

Cos’ha da dire l’Assessore Bonetti?

Al fine di far luce su questa vicenda ho chiesto regolare appuntamento all’assessore Luigi Bonetti del Comune di Tortona. Spero nel prossimo articolo di potervi riportare cosa ci siamo detti. Questo vorrà dire che mi avrà regolarmente quanto gentilmente ricevuto.

 



Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.