La Pieve Romanica di Viguzzolo




Tra i tesori d’arte e di architettura che custodisce gelosamente il territorio che circonda Tortona vi è di sicuro la Pieve Romanica di Viguzzolo.

La Pieve Romanica di Viguzzolo

Storia della Pieve di Viguzzolo

Situata ad est, si trova a monte dell’abitato di Viguzzolo, verso Volpedo e la Val Curone.
E’ nota anche come “Sancta Maria in ripa padi“ perchè nei sui pressi passava una roggia proveniente dal torrente Curone. E’ stata edificata intorno all’anno mille sui resti di una antica chiesa ed ha avuto annessa una canonica con un arciprete e quattro canonici.

Dalla fine del XII secolo in poi è stata gradatamente abbandonata a favore dell’oratorio di San Bartolomeo, più comodo perchè situato in centro a Viguzzolo ormai diventata Comune. A partire dal XVI secolo questo edificio è stato abbandonata per il culto ed è sopravvissuta in condizioni miserevoli per mezzo dell‘elemosina del Comune e dei benefattori.

Curiosità, il crocifisso ligneo della Pieve di Viguzzolo

Pieve Romanica di Viguzzolo, crocifisso ligneoAll’interno della Pieve di Viguzzolo, sopra all’altare, vi è un crocifisso ligneo realizzato in legno di fico, a grandezza umana e montato su di una croce alta 3 metri e 70 centimetri e larga un metro e mezzo.

La particolarità che aumenta il fascino di questa scultura rimane senz’altro il capo che, ruotando su di un perno in legno infisso nel collo, compie un movimento dall’alto al basso per simulare un cenno di assenso. Tale articolazione era dissimulata da barba e capelli veri che, in origine, mascheravano completamente tale snodo. Oggi restano solo pochissime tracce dei capelli e della barba, tant’è che il capo appare leggermente sproporzionato rispetto al corpo.
Per quanto riguarda la colorazione, si tratta di un crocifisso policromo, la cui stesura pittorica e stata data con colori a tempera su di una imprimitura a gesso e colla.
Secondo una perizia tecnico-stilistica, il crocifisso risaliva all’inizio del XVII secolo, ipotesi avvalorata dal fatto che il gusto per l’effetto spettacolare e per la teatralità era tipico degli anni tra fine ’500 e inizio ’600.
Pertanto non era da escludersi proprio il periodo in cui operava l’Inquisizione che, anche a Viguzzolo, centro religioso di cospicua entità e sede di Collegiata, aveva una sua sede in un palazzo dell’attuale via Madonna. [Fonte: viguzzolocultura.it]

I restauri della Pieve di Santa Maria Assunta

Nei suoi mille anni di storia vengono registrati solo pochi interventi di manutenzione straordinaria:

  • una riparazione al tetto avvenuta nel 1570 anno in cui nell’antistante “Prato della Rimembranza” sorgeva il cimitero;
  • il rifacimento del pavimento nel 1905;
  • Trasferimento del cimitero circostante e ripristino dell’area verde del “Parco della rimembranza” nel 1935
  • Restauro del 1937-38 sotto la guida di Carlo Ceschi. In quell’occasione, che vide il trasferimento del cimitero e il ripristino dell’area verde antistante il “Prato della Rimembranza” dotato di arbusti e prato verde, fu anche ricostruita l’abside sinistra che era crollata e fu riportato a vista un dipinto raffigurante un Cristo pantocratore databile anch’esso al periodo di edificazione dellaChiesa
  • Restauro del 2017 bonifica delle navate con rifacimento del tetto e pulitura della cripta e della stele dedicata ai caduti

Oggi l’edificio si presenta con una pianta basilicale a tre navate absidate, con copertura a capriate. L’abside centrale è giunta a noi inalterata. Le pareti sono nude e austere, e conferiscono all’ambiente una suggestione particolare. E’ dotata di una cripta, costruita posteriormente alla pieve, con volta a crociera sostenuta da sei colonnine con capitelli cubici.

Visite guidate alla Pieve di Viguzzolo

Le visite alla Pieve di Santa Maria Assunta, oggi di proprietà comunale, sono garantite dai volontari dell’Associazione Culturale Viguzzolese con il patrocinio del Comune di Viguzzolo.

E’ aperta da maggio a settembre ogni domenica con visite guidate dalle 16 alle 19.

Per informazioni o richieste di visite per gruppi fuori calendario contattare la ACV – Associazione Culturale Viguzzolese al sito internet: http://www.viguzzolocultura.it/

Una tesi di laurea sulla Pieve di Viguzzolo

Nel 2005 presso la seconda facoltà di Architettura del Politecnico di Torino, Relatore Rosalba Ientile, è stata discussa la Tesi di Laurea di Bisoglio RobertaPieve di Santa Maria Assunta in Viguzzolo: analisi dello stato di conservazione e indagine strutturale“.

Il Flash Mob alla Pieve di Viguzzolo

La Pieve di Viguzzolo è stata scelta dai gruppi spontanei di cittadini tortonesi e viguzzolesi per un Flash Mob [#Vigu18] di sensibilizzazione riguardo alla necessità per gli utenti deboli della strada di un percorso illuminato pedo/ciclabile tra la Stazione Ferroviaria di Tortona e Viguzzolo. Quattro chilometri dividono i due paesi ma percorrerli a piedi o in bicicletta è di fatto impossibile dovendo compiere il tragitto in convivenza con auto e camion. Senza una corsia riservata e possibilmente protetta per ciclisti e pedoni, avventurarsi a piedi è di fatto una azione insensata ed anche in bici è molto pericoloso.

Una situazione insostenibile ovunque, soprattutto all’interno dell’area in cui sorge il Parco del Ciclismo dei Colli di Coppi. Il Flash Mob sarà domenica 18 settembre 2016 alle ore 10:00 alla Pieve di Viguzzolo. Tutta la popolazione è invitata, soprattutto chi verrà in bici e con i passeggini. Sono infatti le giovani famiglie, oltre agli anziani, coloro che più trarranno beneficio dalla realizzazione della Pista pedo/ciclabile Tortona Viguzzolo.

Evento facebook: Flashmob Ciclabile Tortona Viguzzolo

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Album fotografico su facebook: La Pieve di Viguzzolo

4 Responses to "La Pieve Romanica di Viguzzolo"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.