I Sindaci e le associazioni turistiche tortonesi si presentano all’assessore Poggio

“A Tortona c’è fermento culturale e mi sento come a casa mia” – L’assessore regionale con deleghe a Cultura e Turismo ha ascoltato per quasi due ore le istanze dei Comuni e delle Associazioni. 



A Tortona c’è fermento culturale

Si è svolto nella mattina di mercoledì 28 agosto, nella sala “Romita” del Comune di Tortona, l’incontro organizzato dall’Amministrazione comunale con l’Assessore regionale del Piemonte Vittoria Poggio, con deleghe a Turismo, Cultura e Commercio.

Alla riunione erano stati invitati i Sindaci del territorio ed i rappresentanti delle associazioni locali che operano nel settore della promozione turistica: numerose le presenze con circa trenta associazioni e venti Comuni del tortonese rappresentanti.

L’assessore Poggio si è messa a disposizione ascoltando i tanti interventi dei presenti che hanno raccontato le loro esperienze, le difficoltà incontrate e le richieste che potrebbero consentire una migliore collaborazione con e fra enti pubblici, sottolineando l’esigenza di fare rete, anche a livello regionale, fra tutti i soggetti coinvolti per rendere più efficaci le tante iniziative proposte.

– Federico Chiodi: ringrazio i tanti ospiti anche dai comuni limitrofi. Ci impegneremo nei prossimi mesi per disegnare uno sviluppo culturale e turistico del tortonese che possa attrarre turismo e quindi risorse.
– Fabio Morreale: il tortonese cerca e merita una rivincita, un riscatto a livello nazionale.
– Vittoria Poggio: è del territorio alessandrino e quindi a Tortona si sente a casa. Il lavoro sul turismo sarà soprattutto a livello comunicativo, che dovrà essere più snello e veloce è rivolto ai social che in passato. A tortona c’è molto fermento culturale che può essere di stimolo alla cultura a fasce sempre più ampie della popolazione.
Rimango a disposizione di Federico Chiodi per essere d’aiuto.

A questo punto tutti hanno potuto prendere parola. Ecco i nomi di chi è intervenuto e cosa si è detto:

  • Giuseppe BETTI, sindaco Alluvioni Piovera. “Non solo Valli tortonesi”. Vorrei che tornasse a tortona il clima che si respirava prima dell’Expo. Bottazzi era il leader di un gruppo che al di là dei risultati è stato un buon gruppo.
  • Beatrice Brollo – Presidente dell’AssociaIone ristoratori, costituita da pochissimo;
  • Ezio Giungato, presidente Club Alpino Italiano Tortona. Scadute le competenze della provincia, continuiamo ad occuparci della sentieristica. Il territorio è di tutti coloro che svolgono attività outdoor. Abbiamo elaborato un protocollo d’intesa con le principali associazioni in maniera da poter distribuire il lavoro di manutenzione dei sentieri a favore di tutti.
  • Sindaco Chiodi aggiunge gli appuntamenti del 6 settembre con la Stra-Tortona e poi il 22 con la presentazione del percorso di San Michele da Tortona a Bobbio.
  • Ezio Giungato => Riguardo ai cammino laico-religiosi come li definisce il presidente occorre molta chiarezza su chi deve fare cosa. Stiamo cercando di rendere organico il lavoro che il Cai da solo non può affrontare. Non siamo contrari ma vogliamo chiarezza.
  • Walter Massa, non ha bisogno di presentazioni. Siamo tutti nella stessa bellezza e nella stessa problematicità. Siamo tra Appennino è pianura, ma l’Appennino è perdente. Soprattutto nei confronti di Torino che pensa solo alle Alpi. Punta ancora sulla Barbera, riprendendola con le pesche di Volpedo da poco promosse alla parigi dakar come frutto del mese. Come strade del vino Stiamo cercando di ottenere un’enoteca regionale. Il Timorasso sta interessando il salotto buono del mercato globale.
  • Don Paolo Padrini. Porto la testimonianza della Diocesi di Tortona che è più estesa e fa da ponte verso altre zone. Progetto città e cattedrali è un progetto regionale ben radicato a tortona. Il museo diocesano è in rete con altri musei diocesani. Personalmente mi occupo della valorizzazione della figura di Lorenzo Perosi e degli altri grandi musicisti tortonesi, del passato e anche contemporanei. Lavoriamo su protocolli d’intesa che stanno a monte di un’attività programmatica. Abbiamo partecipato ad un bando regionale per accedere ai finanziamenti senza gravare sul territorio. Tre C maiuscole sono importanti nella cultura: Collaborazione – Contribuzione e investimenti – Comunicazione fatta col cuore.
  • Charly Bergaglio, patron di Arena Derthona. È bello vedere la sala piena. Mi occupo di Eventi musicali da trent’anni. Con Arena Derthona ho cercato di riproporre il meglio di quanto avviene a livello nazionale. A marzo siamo andati su Rai1 e abbiamo fatto il 21% di share. Arena derthona non si occuperà più solo di musica ma di sviluppo culturale e turistico del territorio a 360*. Non solo musica quindi, ad esempio con alzali alla 5:30 running che ha visto la partecipazione di 850 iscritti. L’amministrazione comunale deve essere il nostro riferimento, dobbiamo essere contenti anche del successo degli altri se no non andiamo da nessuna parte. Aggiungo alle C di don Paolo la Collaborazione. Se siamo uniti potremo fare sempre meglio.
  • Fabio Morreale: carrellata spot dei prossimi eventi in programma. Riguardo agli eventi la politica di tortona oggi è cambiata dal primo luglio di quest’anno, per questo che non mi sono “segnato” gli eventi. Per la comunicazione degli eventi futuri, il network tortonaoggi.it chiede un rimborso spese. Lo faccio a ragion veduta. Potete considerare i 20€ che vi costa un’alternativa economica, ecologica e più efficace alla stampa di 5000 volantini.
  • Silvia Figini. Vice sindaco di Casalnoceto. Voglio ringraziare il sindaco Chiodi per aver convocato questa riunione a cui prende parte anche l’on. Boldi e Matteo Gualco a rappresentare la Provincia per aver facilitato il contatto tra il centro e le frazioni, laddove tra le frazioni di Tortona si vogliano inserire anche le località minori. Ogni progetto va pensato per tutto il territorio, non solo per il proprio comune. Sapere che sono avanzati soldi al Gal Giarolo Leader mi ha lasciato un senso di stupore. Mi impegno a far rete per riuscire ad utilizzare tutti i fondi disponibili. Con i miei ragazzi posso fare tesi di statistica sul territorio. Sono dati importanti che potremmo ottenere grazie ai giovani. Chi ha competenza deve metterle (gratuitamente) a disposizione del territorio.
  • Pigi Pernigotti, associazione Pellizza da Volpedo. Sta per iniziare la X biennale e sono contento che Morreale partecipi alla inaugurazione. Anche per questa decima biennale ci sono tante iniziative in collaborazione con CR Tortona, anche come sede espositiva.
  • Alessandro Canegallo, vicesindaco spineto. Non dimentichiamoci di un ente importante: la provincia. Perché non fare un progetto per la provincia?
  • Luigi Prati, sindaco di Sarezzano. Recupero dei campi incolti su iniziativa comunale per piantumarli ad alberi e a fiori per le api. In questa maniera otterremmo un vantaggio estetico (fiori colorati come in Provenza), oltre a salvaguardare la vita delle api. Siamo in rete per realizzarlo.
  • Sergio Vallenzona, sindaco di Castellania Coppi. Sono d’accordo con gli interventi fin qui esposti perché il mito di Fausto Coppi che ha sede a Castellania abbiamo un mito trasversale. Abbiamo un protocollo d’intesa firmato da 28 sindaci che si impegnavano di dotare il nostro territorio di una viabilità ciclistica. Nel 2018 c’è stato un calo di arrivi le cui cause sarebbero la scarsa qualità dell’offerta. Noi abbiamo eccellenze uniche Fausto Coppi è un polo attrattore). Domenica scorsa sono arrivate a Castellania 450 partecipanti ad una corsa. Appena terminata la gara sono andati via, senza spendere un soldo. Bisogna cercare di mantenere sul territorio le persone che riusciamo ad attrarre. Oltre alla “mano del dare” ci vuole anche la “mano del prendere. Abbiamo molti progetti in cantiere. A volte abbiamo bisogno di un aiuto nelle spese. Ringrazio Rossana Boldi per i contatti che mi ha creato.
  • Manuela Bonadeo, rappresenta la Fondazione CR Tortona, nell’impossibilità di presidente e direttore di essere presenti. Erogazione di fondi, apertura di casa Barabino. Chiedo all’assessore di facilitare le reali possibilità di crescita su tutto il territorio piemontese, compresa Tortona.
  • Matteo Gualco, sindaco di Paderna e assessore provinciale. Sento parlare di prodotti di eccellenza che per aver successo deve essere promosso. Gli eventi devono andare in questa direzione. Ringrazio l’assessore per la disponibilità a dialogare su questi temi.
  • Checco Galanzino, Azalai. Io di mestiere sono imprenditore che lavora con l’estero è che risiede qui solo per l’amore che ha per il territorio. Lavoro gratuitamente, come tutti in Azalai per il bene del territorio. La comunicazione è uno strumento, alla cui base servono prodotti di eccellenza. Non ci manca il prodotto, quello di cui abbiamo bisogno è sviluppo del brand e coordinamento. Io voglio vivere in un territorio sempre più bello, in cui essere orgoglioso di abitare. Chiedo al comune di svolgere il ruolo di coordinatore di tutto il territorio.
  • Pietro Cordelli, Colli di Coppi Asd. Coppi fa parte del brand del territorio allargato almeno fino a Novi Ligure se non Genova. La Mitica Ciclostorica è il nostro evento che quest’anno più che mai, in occasione del centenario della nascita di Fausto Coppi, è stato un evento mondiale. Il prodotto va curato. Il nostro cliente è il cicloturismo, dobbiamo ancora lavorare molto per rendere le nostre strade attrattive per il circuito cicloturisrico mondiale. Settore che vale molto perché chi viaggia in bicicletta spende più degli altri sul territorio.
  • Claudio Cheirasco, ebbene si, ho parlato anche io. Ho voluto dire che ammiro coloro che lavorano gratis per il bene del territorio, ma ho anche aggiunto che se la cultura deve essere una risorsa deve dare un guadagno. Per questo ho cambiato le politiche del mio blog e chiedo a tutti una partecipazione nelle spese. Insomma, io per vivere a Tortona un lavoro ho dovuto lasciarlo. Quando stavo cercando un nuovo lavoro avevo individuato un buco nel sistema di comunicazione tortonese e l’ho tappato. Ora occorre sostenerne le spese. Tutto qua.
  • Rino Feltri sindaco di Pontecurone. Le parole del sindaco Chiodi territorio, sinergia, rete sono molto importanti. Due giganti: Charly Bergaglio, oltre che per Arena Derthona per quello che ha fatto per la senologia in passato e Walter Massa, che fa una politica che, lungi dall’essere di esclusione, è una politica di forzata inclusione.
  • Angelo Bottiroli, giornalista atipico. A tortona esiste un sito turistico che non viene utilizzato dai sindaci per promuovere la comunicazione. Deve essere usato anche a vantaggio dei giornalisti. È inutile fare manifestazioni se non vengono promosse, soprattutto su internet e i social media. (Aggiungo io che per segnalare i vostri eventi potete scrivere all pagina facebook dello IAT Tortona, è direttamente collegata al sito “Vivi Tortona e dintorni” e, se date le sufficienti infomazioni, normalmente pubblicano gli eventi NdA).
  • Fabio Semino, sindaco di Garbagna. In 5 anni di attività ho notato che la Regione Piemonte non ha in bilancio voci che in altre Regioni esistono, ad esempio quelle degli investimenti nei borghi minori. Garbagna appartiene al club dei borghi più belli d’Italia, è un riconoscimento che in tutto il Piemonte hanno solo 14 Comuni. Sono luoghi di certificata bellezza, ma occorrono “denari” per farli emergere.
  • Sergio Grosso: comitato commercianti del centro. Il commercio tortonese è in crisi è sotto gli occhi di tutti. Stretta è lunga, tortona è molto difficile da coordinare, non è facile accontentare tutti. Chiediamo di ridurre o eliminare alcune tasse, ad esempio quelle sul suolo pubblico e la tassa sulla pubblicità, che costituiscono un investimento perché non si sa il riscontro che si otterrà. Pongo anche l’attenzione sul fatto che l’ospedale di Tortona è sempre stato una grande risorsa per il commercio tortonese ed è ora una mancanza.
  • Rari Bruno, coordina le pro loco. Pongo l’attenzione sull’osservanza dei vincoli di sicurezza. Alcune leggi sui la pulizia dei sentieri sono assurde, vanno pensate meglio.

Conclude per primo il sindaco Chiodi: “Credo che quello di oggi sia stato un incontro molto utile per portare le nostre istanze alla regione ed anche un nuovo momento di incontro tra di noi. L’assessore Vittoria Poggio si impegna a portare a Torino la conoscenza di quanto è stato detto oggi è ad impegnarsi per quanto di sua competenza.

l'assessore poggio in visita a tortona



Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

2 Responses to "I Sindaci e le associazioni turistiche tortonesi si presentano all’assessore Poggio"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.