Come mettere a reddito la seconda casa grazie al turismo

Ricevo e pubblico il comunicato del Distretto del novese su un importante progetto turistico che spero possa estendersi presto al territorio tortonese.



Metti a reddito la tua seconda casa, un anno dopo!

Il mondo del turismo è sempre più influenzato dalle innovazioni digitali e dalla sharing economy, temi che sono stati fulcro della lezione aperta, tenutasi ad Alessandria, nei locali del Dipartimento di Giurisprudenza, Scienze Politiche Economiche e Sociali ad Alessandria, lo scorso 27 giugno.

Progetto Novasol
Elisa Giardini, Cristiana Carpini, Barbara Gramollotti, Marco Novarese

Un anno fa, il Distretto del Novese avviava fattivamente la sua collaborazione sia con l’Università del Piemonte Orientale per il Master in Economia, Innovazione, Comunicazione e Accoglienza per l’impresa turistica sia con il tour operator NOVASOL che vanta un’esperienza di oltre 50 anni nel settore degli affitti turistici d’Europa, con un progetto di valorizzazione territoriale del Basso Piemonte “Metti a reddito la tua seconda casa“.

Cristiana Carpini (Product manager Nord Italia di Novasol) nell’ambito delle nuove prospettive nel mondo del turismo, ha illustrato, lo scorso giovedì ad Alessandria, come le “seconde case” sfitte possano diventare un’opportunità sia per i privati che per le comunità locali, presentando un focus sul primo anno di sperimentazione del progetto “Metti a reddito la tua seconda casa” nel Distretto del Novese.

Lo scorso anno (aprile 2018), dopo la presentazione alla collettività del progetto, Novasol ha ricevuto un elevato numero di segnalazioni da parte di proprietari interessati al progetto. Nonostante la stagione turistica fosse già avviata e tutti i cataloghi già in distribuzione, dopo aver effettuato i sopralluoghi 4 strutture sono risultate da subito idonee per essere inserite a stagione seppur già avviata facendo registrare in pochi mesi di attività un centinaio di presenze.

Nel 2019 il numero degli immobili nel Basso Piemonte è cresciuto raggiungendo quota 20 con quasi 300 presenze (dati maggio 2019) mentre altre case sono in attesa delle ultime verifiche prima di entrare nel circuito Novasol, complice anche snellimenti burocratici che in questi mesi sono stati attuati.

Inoltre, sulla scorta del proficuo avvio di questo primo anno del progetto “Metti a reddito la tua seconda casa!”, l’azienda Novasol, che continua ad aumentare le collaborazioni con gli enti turistici per rafforzare l’economia locale e quella del singolo cittadino, per ripopolare i borghi italiani e far conoscere ai propri ospiti località turistiche più o meno conosciute ha scelto di coinvolgere il Distretto del Novese, per partecipare insieme al convegno sul turismo a Montecarotto organizzato in occasione del Festival “Verdicchio in Festa”, da Hesis S.r.l. con il Patrocinio del Comune di Montecarotto, giovedì 4 luglio 2019.

Al Distretto del Novese spetterà il racconto di come azioni di web marketing e social media marketing utili a stabile un contatto quotidiano e diretto con il proprio pubblico, possano comunicare con forza il territorio facendo scoprire luoghi, tradizioni, eventi e come tutto questo sia fondamentale nel lavoro di investimento e progettualità di un’offerta turistica congiunta.

A chi può interessare il progetto “Metti a reddito la tua seconda casa”?

Chiunque abbia una seconda casa sfitta, può trasformarla in una fonte di reddito entrando a far parte del circuito di Novasol a costo zero. I turisti del tour operator ricercano un’esperienza di viaggio autentica, per 3-7 o 15 gg, in una casa “vissuta” dove trovare la tradizione, i ricordi, persino i centrini della nonna possono imprimere un valore aggiunto per la scelta dell’immobile.

Il supporto del Distretto del Novese, con le offerte turistiche-culturali, enogastronomiche e sportive, la posizione logistica (che ci pone a meno di un’ora dal mare e a 90 minuti dalle montagne e da Milano e Torino) sono un insieme di prerogative da non sottovalutare come l’autenticità dei Borghi del nostro territorio.

Quale territorio promuove il Distretto del Novese?

Il Distretto del Novese (una quarantina comuni della provincia di Alessandria riuniti in convenzione) si trova in Piemonte, in un’area equidistante da Torino, Milano e Genova, dove i segni degli intrecci storici tra la Repubblica Genovese e il territorio piemontese si possono ancora scoprire in un percorso attraverso i luoghi di arte e le tradizioni gastronomiche, le facciate dipinte dei centri storici che ricordano i borghi liguri, mentre a tavola scorrendo il menu’, piatti come gli agnolotti fanno immediatamente pensare alla terra “sabauda”.

In questa porzione di Piemonte che non ti aspetti si trova Bosco Marengo con il Complesso di Santa Croce e le Opere di Vasari, i castelli dell’Alto Monferrato, i percorsi di trekking tra le Capanne di Marcarolo e la Val Borbera, Libarna la città degli antichi romani lungo la via Postumia, Gavi Bandiera Arancione Touring Club e il suo Forte, nel cuore del centro storico di Novi Ligure i palazzi dipinti e il grande complesso scultoreo in legno alle spalle dell´altare maggiore della Basilica della Maddalena (che rappresenta il Monte Calvario), e poi ancora la Pinacoteca di Voltaggio, al confine con la Liguria, dove è possibile ammirare le tele del Fiasella, di Bernardo Strozzi e del Voltaggino Sinibaldo Scorza. Impossibile dimenticare le dolci colline su cui si allenavano Costante Girardengo e Fausto Coppi, dove vengono coltivati i vitigni del Gavi docg, quelli dell’Ovada docg e del Timorasso, i cui vini ben si abbinano ai salumi del territorio come la testa in cassetta e il salame, o ancora ad altri prodotti tipici come la focaccia novese, la farinata, il Montebore (uno dei formaggi più rari del mondo) senza dimenticare il cioccolato che ha fatto conoscere il novese in tutto il mondo con i grandi marchi di eccellenza e le produzioni artigianali.



Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.