Viguzzolo val bene una messa – E’ stata un successo la pedalata della patronale

Sono in tantissimi ad aver partecipato alle manifestazioni pro-pista ciclopedonale organizzate dal Comitato Smart Land domenica 9 settembre 2018 tra Tortona e Viguzzolo.



La Mattinata pro-pista ciclabile

Foto di gruppo davanti alla Pieve di Viguzzolo

Domenica 9 settembre 2018, puntuale alle 10.40, un serpentone di oltre 150 biciclette è giunto alla Pieve di Viguzzolo, dove ad attenderlo festanti c’erano forse altrettante persone. E’ stato questo il momento più entusiasmante della mattinata pro-pista ciclopedonale, organizzata dal Comitato Smart Land per festeggiare la vittoria del Bando regionale “Percorsi ciclabili sicuri“, che finanzierà la realizzazione dell’opera.

Abbiamo saputo di aver vinto il bando e quindi di esserci accaparrati il finanziamento regionale a giugno, ma per festeggiare abbiamo voluto aspettare la Festa Patronale di settembre”. Spiega il Comitato Smart Land, promotore della pista ciclopedonale tra Tortona e Viguzzolo. “Proprio durante la Festa Patronale di due anni fa la nostra avventura ha avuto inizio e proprio durante la Festa Patronale abbiamo voluto festeggiare il successo ottenuto. Qualcuno è rimasto un po’ deluso dal fatto che l’orario della Conferenza abbia coinciso con quello della Messa. Questo ha un po’ ridotto le presenze alla Pieve (luogo in cui si è svolta la conferenza), ma non certo le presenze alla pedalata, che è stata un successo: una lungo cordone di biciclette si è snodato tra la stazione di Tortona e Viguzzolo, proprio su quello che sarà il futuro percorso della pista ciclo-pedonale. Ma non è tutto: un gruppo di camminatori e di appassionati di Nordic Walking ci ha raggiunto a piedi, seguendo il percorso 101 della Provincia di Alessandria, che da Tortona raggiunge Viguzzolo prima di immettersi nella val Curone. Questo ci ha fatto molto piacere perchè la pista la abbiamo sempre intesa come ciclo-pedonale, vale a dire sia per le bici che per i pedoni”.

Il gruppo pro-pista ciclabile davanti alla Pieve di Viguzzolo

All’arrivo sul prato della Pieve era allestito un punto di ristoro, organizzato grazie all’aiuto degli sponsor, in cui sono stati serviti vino dei colli tortonesi, acqua, bevande, pizza, focaccia, torte, biscotti ed altre leccornie per tutto il tempo. Dopo la foto di gruppo, come già detto, in molti si sono recati a messa come tradizione vuole e devozione richiede, gli altri hanno assistito alla Conferenza “La rete ciclabile del tortonese tra progetti e buone pratiche“, in cui il Comitato Smart Land ha presentato, per la priva volta in maniera ufficiele, il lavoro svolto in più di due anni di attività.

Alla Conferenza, moderata da Claudio Cheirasco, il sottoscritto giornalista e blogger tortonese, che è anche addetto stampa del Comitato, hanno subito preso parola i rappresentanti dei tre Enti coinvolti dal progetto: Comune di Viguzzolo, Comune di Tortona e Provincia di Alessandria.

Questa nuova pista pedociclabile è un sogno che si sta lentamente realizzando”, ha detto il vicesindaco di Viguzzolo Claudio Bini. “Sulla base di quanto posso ossservare a Ferrara, mia città di origine in cui tutti vanno in bicicletta e le piste ciclabili sono molto utilizzate, sono sicuro che anche la nostra non rimmarrà una cattedrale nel deserto. Il Comune di Viguzzolo ha fatto e continuerà a fare tutti gli adempimenti necessari perchè si possa pedalare velocemente verso questo sogno che vedremo realizzato entro breve.

La vicesindaco di Tortona Marcella Graziano ha incentrato il suo discorso sul concetto di Smart Land, il nome scelto dal Comitato promotore, perchè un “territorio intelligente” è legato alle sue componenti: vale a dire le “Smart Cities” Tortona e Viguzzolo, che grazie al nuovo collegamento saranno sempre più coese in un unica “Land”. “La nostra è terra di ciclismo e voglio fare un applauso alle bellezze in bicicletta, un gruppo oggi presente numeroso e che da anni sta lavorando per il nostro territorio. Voglio anche ringraziare il Comitato Smart Land per la tenacia e la passione con cui ha portato avanti la sua idea e oggi ha realizzato il suo sogno“.

E’ stato quindi il turno di Matteo Gualco, assessore ai Lavori Pubblici della Provincia di Alessandria, che ha definito bellissima la storia del Comitato Smart Land, “perchè parte da una richiesta di cittadini, che si sono riuniti, hanno formato un comitato, hanno fatto una raccolta firme, l’hanno presentata alle varie amministrazioni e da queste sono stati ascoltati. Quando è uscito il bando sembrava fatto ad hoc per questa pista ciclabile perchè era un bando a favore della mobilità sostenibile. La tratta Tortona Viguzzolo è molto adatta ad essere percorsa in bicicletta anzichè in auto: è un percorso pianeggiante non troppo lungo che consente di essere percorso anche da chi non ha particolare allenamento. La Provincia che qui rappresento si è quindi proposta di fare da Ente capofila. Questo ha prodotto un associazionismo tra Comuni che ha fatto punteggio. Ci siamo classificati terzi nel bando e abbiamo potuto ottenere il finanziamento. La cifra che ha strappato Tortona è una cifra di grande interesse: su 2,5 milioni di Euro stanziati per tutta la provincia, quasi uno intero andrà al progetto tortonese. Per tutti questi motivi farei un applauso al Comitato Smart Land.”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sono state quindi commentate le immagini di Amsterdam, fotografata nello stesso luogo nel 1976 e poi nel 2017. Nel 1976 la capitale olandese era completamente intasata dalle auto (un po’ come avviene qui da noi ancora adesso). Nella foto del 2017 le auto non sono sparite del tutto, ma hanno lasciato spazio anche a un altro tipo di viabilità: quella dei pedoni e delle biciclette. Amsterdam oggi è considerata una delle capitali mondiali della bicicletta, ma non è sempre stato così. C’è stato un momento in cui si è deciso che questo accadesse. L’idea è quella che anche il territorio tortonese possa diventare “bike friendly“, amico della bicicletta. La realizzazione di questo primo tratto di ciclabile è sicuramente un passo in questa direzione.

E’ stato quindi il momento dei ringraziamenti:

Per il Comune di Viguzzolo il sindaco Giuseppe Chiesa, il vice sindaco Claudio Bini e il geometra dell’ufficio comunale Gianni Franzin;

Per il Comune di Tortona gli assessori Vittoria Colacino e Davide Fara, i tecnici dell’ufficio comunale ing. Francesco Gilardone e arch. Roberto Gabatelli. Infine il sindaco Gianluca Bardone, che il comitato non ha mai incontrato personalmente, ma che era spesso presente “nei paraggi”, a svolgere un lavoro di regia, tanto silenzioso quanto necessario.

Per la Provincia di Alessandria, l’assessore ai Lavori pubblici Matteo Gualco e il geometra dell’Ufficio tecnico Maurizio Tassisto e poi il funzionario arch. Roberta Bocchino, conosciuto in una riunione congiunta tra Comitato Smart Land, Comune di Tortona, Comune di Viguzzolo e Provincia di Alessandria. Fu il momento in cui il comitato capì di aver compiuto il primo vero importante passo: era riuscito a far dialogare tra di loro tre Enti che non è così frequente veder lavorare in maniera unitaria.

Il pubblico della Conferenza del 9 settembre 2018 alla Pieve romanica di Viguzzolo

Il microfono è quindi passato a Dino Antonelli.

Il Comitato Smart Land, che è stato fin dalla sua costituzione seguito in maniera particolare dal consigliere di minoranza Fabio Morreale all’interno della giunta, è nato da una scintilla innescata da Francesco Paciolla, il primo a parlare della necessità della pista ciclabile. Questa sua azione ha generato una sorta di reazione a catena. Quando, tramite lui, mi sono interessato ho scoperto che già molti altri lo stavano facendo. Ecco come è nato il nostro comitato, con l’incontro spontaneo di persone che credevano nel progetto, in qualche maniera aggregate proprio dal “burbero” gestore dell’edicola tabacchi di via I Maggio a Viguzzolo. Il nostro è un comitato che ha voluto una cosa e l’ha ottenuta. Siamo assolutamente trasversali, politicamente, socialmente, culturalmente. Siamo cittadini che chiedono un’opera bella per loro e per la comunità in cui vivono e utile per le future generazioni. Mi piacerebbe anche che il nostro possa essere un esempio che generi la nascita di altre situazioni trasversali per l’utilità di tutti. Il primo evento che abbiamo organizzato è stato il Flash mob alla pieve di viguzzolo del 18 settembre 2016. Le reazioni sono state positive sempre da parte di tutti queli che abbiamo incontrato. Le persone erano entusiaste del nostro lavoro, quando abbiamo saputo che il Comune di Tortona aveva stanziato a bilancio una somma per la ciclabile abbiamo capito che il nostro lavoro stava dando i frutti sperati. Quando poi è uscito il bando ci siamo accorti che eravamo molto allineati e ci siamo classificati nelle primissime posizioni. Le piste ciclabili sono infrastrutture che mettono in sicurezza le persone. Sono sicuro che quando la pista sarà realizzata in molti incomincieranno ad usarla. Studi sulla bike economy lo dimostrano: quando le infrastrutture sono realizzate poi vengono sfruttate, sia dai residenti che dai turisti, che sicuramente saranno attratti da essa, con inevitabili ricadute sull’economia locale”.

Dino Antonelli ha quindi ringraziato tutti i membri del comitato, a partire da Giampaolo Bovone, che ha definito come il padre spirituale del comitato, colui che ha saputo dettare le linee guida da seguire. Poi Carmen Ciccone che si è spesa tantassimo, studiando i bandi in circolazione, facendo da cerniera con i Comuni. Enrico Pertusi per l’energia, la fitta rete di conoscenze e il suo entusiasmo. Paolo Ciccone per la disponibilità e il suo saper essere una figura solare, Anna Ciccone con la rete di contatti e la sua energia, il suo partire a spada tratta trascinando gli altri dietro di sè. Elena Valvecchia con le sue competenze ha guidato le scelte “morali” del gruppo, quelle legate al buon senso. Mario Galvani ha portato esperienza civica e conoscenza delle istituzioni, Claudio Cheirasco, il public relation man, con la sua capacità ci comunicare e la sua determinazione, a volte esagerata: un elemento irrinunciabile e una marcia in più.

E’ stato quindi il momento di proiettare il video sulla rete ciclabile presente ad Hoevelhof, in Germania, realizzato con Valter Ponta. Non potendo essere presente di persona, Valter ha raccolto immagini e video che descrivono la rete ciclabile presente nella cittadina tedesca in cui vive sua figlia che poi sono state montate in un video ralizzato da TortonaOggiTV per il Comitato Smart Land. Queste informazioni hanno saputo stupire il pubblico ed hanno avuto un grande successo. Il video dura poco meno di 15 minuti ed è visibile su YouTube col titolo “Valter Ponta: La rete ciclabile di Hövelhof in Germania

Prima di chiudere i lavori ha preso parola Pietro Cordelli del Comitato Colli di Coppi che ha presentato l’idea del Parco del ciclismo dei Colli di Coppi, un progetto nato nel 2012, che vuole catturare i flussi internazionali del cicloturismo attraverso la valorizzazione del nostro territorio. A tal fine il Comitato ha creato un Protocollo d’intesa con 26 comuni del tortonese. Il nostro territorio ha la caratteristica di avere molte strade cosiddette mute, strade asfaltate ma a bassissimo traffico, considerate da molti ciclisti già adesso come vere e proprie piste ciclabili. La realizzazione del tratto di pista ciclabile tra Tortona e Viguzzolo potrebbe dare il via ad un intervento più organico su tutto il territorio, che il Comitato Colli di Coppi insegue da diverso tempo. Al Parco del Ciclismo sarebbe integrato anche il Parco dello Scrivia, area di inestimabile valore ambientale che in passato è stata violentata in diversi modi, non da ultimo inquinandola. Ebbene il Comitato dei Colli di Coppi sta elaborando un progetto che ne vedrebbe il recupero e che comprende anche la possibilità di realizzare una passerella ciclo-pedonale tra Tortona e Rivalta Scrivia, sui piloni del vecchio metanodotto oggi dismesso.

La conferenza di Viguzzolo

Ha chiuso la conferenza l’intervento di Claudio Pasero di Fiab Alessandria (Federazione Italiana Amici della Bicicletta), associazione che già era stata spontaneamente presente al Flash Mob #Vigu18 del 18 settembre 2016.

La prossima sarà la settimana europea della mobilità sostenibile e, dal 16 al 22 settembre 2018, ci saranno parecchie iniziative sul tema della sicurezza in bicicletta: “Diritti e doveri per una mobilità responsabile”. In particolare venerdì 21 settembre sarà la giornata nazionale “bike to work” in cui tutti sono invitati a recarsi a lavoro in bicicletta. Sempre per la serata di venerdì è prevista una pedalata serale con partenza alle 19:30 da Palazzo Monferrato di Alessandria e sabato pomeriggio ci sarà la tavola rotonda “Hai voluto la bicicletta? Pedala, ma in sicurezza” che si terrà alle 18.00 ancora presso Palazzo Monferrato ad Alessandria.

Nel nostro territorio le iniziative si uniranno a quelle per la celebrazione del 99° compleanno di Fausto Coppi, nato a Castellania il 15 settembre 1919, e vedranno domenica 16 settembre una pedalata da Piazza Malaspina all’Abazia di Rivalta Scrivia e sabato 22 settembre la tradizionale scalata a Castellania con partenza dal Museo dei Campionissimi di Novi Ligure.

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

One Response to "Viguzzolo val bene una messa – E’ stata un successo la pedalata della patronale"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.