Tortona – Aumentano i casi di inciviltà, in molti chiedono più controlli e severità verso i prepotenti

Come mai a Tortona si concede a pochi prepotenti di fare come vogliono? Eppure siamo in 27.000, cosa succederebbe se tutti facessimo così? 



Il parcheggio selvaggio non va bene!

Auto parcheggiate in divieto nella ZTL di Tortona
Primi tentativi di occupazione di Piazza Malaspina da parte delle automobili – 2019 – Autore sconosciuto

Da qualche mese sono in aumento i casi di prepotenza ai danni dei cittadini tortonesi. Non passa giorno che sui social non si dia notizia di qualche malcostume, spesso legato alla sosta in divieto. Sembra che qualche prepotente tenga in scacco la città. La stessa apertura della ZTL, per molti è stata imposta a tutti per tutelare gli interessi di pochi, c’è chi dice uno solo.

Ma stiamo scherzando? Noi a Tortona ci viviamo e il “noi” in questo caso non è un plurale maiestatis. Tortona è una città. Piccola, ma pur sempre una città di più di 27.000 abitanti. Quasi 63.000 se si considera l’interland, vale a dire i 40 comuni censiti come territorio tortonese e che quindi a gran diritto gravitano su Tortona per le funzioni centrali.

Non è giusto che pochi prepotenti creino problemi a così tante persone. In molti stanno investendo tempo e denaro sull’immagine di una Tortona accogliente, che possa attrarre capitale umano e nuovi investimenti nella nostra zona. Il turismo, lo voglio qui ricordare, è un volano per dare una scossa economica e sociale al nostro territorio, che continua a perdere competitività nei settori tradizionali (è di questi giorni la notizia che anche il Gruppo Mossi & Ghisolfi ha dovuto ricorrere alla Cassa integrazione). Ma il turismo è fatto di gentilezza e rispetto delle regole, il turismo è fatto di bellezza.

A me “importa sega” (scusate il toscanismo NdA) che qualche tortonese negli anni si sia così arricchito da non aver più bisogno della crescita economica della città, tanto lui non deve lavorare per campare, anzi: i foresti gli danno pure un senso di fastidio. Purtroppo siamo in molti a dover ancora sbarcare il lunario ed una città più attrattiva è condizione necessaria perché arrivino capitali da fuori. E poi, diciamolo, anche i commercianti non avrebbero vantaggi se il centro cittadino e tutto il nostro territorio fosse un po’ più bello da vivere? Ma voi avete mai visto auto in divieto di sosta all’Outlet di Serravalle? Pure il “signor Outlet” in persona lascia l’auto dove è concesso e nei negozi si reca a piedi, eppure non mi sembra che il Mc Arthur Glen sia in crisi, anzi.

Non voglio dire che il degrado sia nato con la giunta Chiodi, non sarebbe giusto. Quando parlo con la gente mi viene riferito che è dalla notte dei tempi che alcuni tortonesi sono molto prepotenti e considerano la città a loro uso e consumo. Questo lo si vede con il parcheggio selvaggio, che non è solo in via Emilia: lo si riscontra in ogni angolo della città. Ecco, alcuni tortonesi pensano che una città con 25 secoli di storia, sia solo loro. Lasciano l’auto, SEMPRE parcheggiata in divieto di sosta. Io non so come facciano, ci va anche “mestiere” per fare certe cose, se lo facessi io prenderei subito la multa. Ma comunque non è giusto. Signori, le regole vanno rispettate! Ma quale turista visiterebbe una città in cui regna il caos? Per non parlare degli imprenditori: ma chi metterebbe i suoi soldi in un territorio in mano a pochi prepotenti?

Purtroppo da qualche mese a questa parte gli episodi di inciviltà sono aumentati. La giunta Chiodi è stata eletta perché ha promesso che con lei le regole sarebbero state rispettate, non vorrei che succedesse l’esatto contrario. Che i nostri amministratori mantengano la loro promessa e le facciano rispettare, queste benedette regole. Perché la situazione sta sfuggendo di mano. Di questo passo cosa diventerà Tortona? Non vorrei che il Presepe monumentale di Natale Panaro o il villaggio di Babbo Natale debbano venire annullati perché qualche prepotente ha deciso che la piazzetta dell’Asilo Bidone, anziché piazza Aristide Arzano, siano il suo parcheggio privato.

La butto sul ridere ma la situazione è seria. Sveglia Tortona, sveglia per davvero.

Nella foto (rubata da facebook) si vede la situazione di ieri in Piazza Malaspina. A due passi c’è il parcheggio dell’obitorio, ma qualcuno si sente in diritto di parcheggiare in quella che fino a prova contraria è ancora isola pedonale. Perché le auto in divieto di sosta a Tortona non vengono multate?



Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.