Presentazione del libro “Lo scienziato alpinista UMBERTO MONTERIN”

Giovedì 23 maggio scorso presso la sede della Società Geografica Italiana di Roma è stato presentato il volume “Lo scienziato alpinista Umberto Monterin”. Tra gli autori, capitanati da Gianluca Mercalli, il tortonese Michele Soffiantini.



Lo scienziato alpinista UMBERTO MONTERIN

Giovedì 23 maggio 2019 si è tenuto presso la sede della Società Geografica Italiana di Palazzetto Mattei in Villa Celimontana a Roma, nell’Aula “Giuseppe Dalla Vedova”, la presentazione del volume “Lo scienziato alpinista Umberto Monterin”, illustre climatologo, esploratore e precursore negli studi sui cambiamenti climatici.

Hanno presentato il prof. Antonio Ciaschi, Università di Roma Lumsa, il prof. Michele Freppaz, Università di Torino e il tortonese Michele Soffiantini.

Tra gli autori, oltre a Freppaz e Soffiantini figurano Luca Mercalli, Daniele Cat Berro, la nipote Marta Monterin, Alessandro M.Noguera e Nadia Guindani.

 Nella fotografia, da sinistra Soffiantini, i nipoti Marta e Umberto Monterin, il prof. Antonio Ciaschi ed il prof.MicheleFreppaz.

Nella fotografia, da sinistra Soffiantini, i nipoti Marta e Umberto Monterin, il prof. Antonio Ciaschi ed il prof.MicheleFreppaz.

Il libro “Lo scienziato alpinista UMBERTO MONTERIN

Lo scienziato alpinista UMBERTO MONTERIN” (Edizioni Le Château) è una figura poco conosciuta. Scomparso prematuramente nel 1940, fu Illustre climatologo, esploratore e precursore negli studi sui cambiamenti climatici. Un team di studiosi capitanati da Luca Mercalli ha portato da poco a termine un interessante approfondimento sulla sua figura.

Umberto Monterin

Umberto Monterin (Gressoney-La-Trinité, 1887-1940) fu un vero figlio della montagna. Professore di geografia fisica alpina, ricercatore in diverse discipline quali la glaciologia e la climatologia, fu anche direttore degli Osservatori Meteorologici del Monte Rosa. Pubblicò oltre 60 articoli scientifici e ancora oggi è ricordato dagli studiosi di tutto il mondo come l’iniziatore della climatologia storica. Ampliò i suoi studi conducendo indagini sullo spopolamento montano e ricerche nelle regioni inesplorate del Sahara libico dove scoprì come i fattori che determinarono l’espansione glaciale alpina, abbiano agito anche alle più basse latitudini terrestri. Ben sintetizzano la straordinaria attività di Umberto Monterin le parole del prof. Augusto Biancotti: “É tutta la sua vita ad essere una realizzazione tenace e continua, sferzata dai venti turbinosi dei 4000 metri, esaltata dai silenzi solenni delle cime solitarie, illuminata dalla meditazione rievocativa e dalla deduzione tratta dal grande libro, eloquente per chi lo sa sfogliare, della Natura.”

Commenta con Facebook


Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.