Due casi in dieci giorni, chi si diverte a sparare ai nostri cani?

Si stringe il cerchio sull’uomo che da qualche tempo avrebbe preso l’abitudine di sparare ai cani altrui in zona Avolasca. Qualcuno dice di sapere chi è.



Robe da matti

La scorsa notte due cani sono riusciti a scappare allontanandosi da casa in zona Mombisaggio. Di uno di loro due si è persa ogni traccia, mentre l’altro è stato ritrovato tra Avolasca e Tassare, in località Costa Giulia, in condizioni gravissime. Riporta ferite da arma da fuoco, per le quali ha perso la vista ed ora si trova in bilico tra la vita e la morte.

Sembra che non sia la prima volta che qualcuno spara ai cani altrui, nei giorni scorsi un altro cagnolino che era riuscito a scappare da casa ha subito la stessa sorte. A quanto pare il colpevole è già stato denunciato alle forze dell’ordine, invitiamo comunque tutti i possessori di cani a vigilare al massimo affinché i loro amici a quattro zampe non si allontanino da casa, dal momento che per loro potrebbe essere fatale.

Invitiamo inoltre chiunque abbia notizie utili di non esitare a farne regolare denuncia alle forze di polizia, in maniera da poter quanto prima porre fine a questi incresciosi fatti che accadono sul nostro territorio.

Commenta con Facebook


Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

One Response to "Due casi in dieci giorni, chi si diverte a sparare ai nostri cani?"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.