Il lato umano della Guerra in scena a Costa Vescovato

Venerdì sera a Costa Vescovato ci sarà uno spettacolo tratto dalle lettere che i fratelli Bergaglio scrivevano a casa dal fronte della Prima Guerra Mondiale.



Cara sorella, quest’oggi vivo ancora, ma forse sarà l’ultima delle mie lettere…

La “Grande Guerra“, come tutte le guerre, è stata un’inutile strage in cui migliaia di contadini sono stati mandati al massacro con la promessa della terra che le classi dominanti non hanno poi mantenuto.

Venerdì 27 settembre 2019 alle ore 21.00 in piazza del Comune a Costa Vescovato sarà rappresentato lo spettacolo teatrale “Cara sorella, quest’oggi vivo ancora, ma forse sarà l’ultima delle mie lettere…”

Tratto dall’ultimo scritto dal fronte di Domenico e Livio Bergaglio alla sorella lo spettacolo è stato scritto e sarà interpretato dalla Compagnia “Il Contafòre.

Paolo Murchio, Dino Repetto, Niccolò Tambussa, musica e Canto
Silvana Vigevani e Gianni Repetto, lettura e canto

In caso di maltempo lo spettacolo sarà proposto presso la S.O.M.S. di Costa Vescovato

Vedi anche l’approfondimenti del Arando Bergaglio: Armando Bergaglio – Lettere di contadini dal fronte della Grande Guerra



Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

One Response to "Il lato umano della Guerra in scena a Costa Vescovato"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.