San Salvatore, pelo e contropelo.




In questo blog che voleva essere dedicato a Tortona mi trovo ancora a Parlare di San Salvatore Monferrato. Se continua così tra poco cambio pure il titolo in San Salvatore oggi (ma il motto rimane quello! hihi)

San Salvatore

Ad ogni modo, il nostro Corrado Tagliabue, reduce dall’intervista che gli ha concesso Radio2, non si arrende e ci stupisce con due nuove iniziative degne di nota: “Un murales per ricordare” da un lato e l’apertura straordinaria in orario serale della Biblioteca Civica dall’altro.
La prima iniziativa prevede un vero e proprio bando pubblico per artisti di strada, in ricordo di don Ernesto Camurati (medaglia d’oro al valor militare). Chi si aggiudicherà il bando, oltre a “decorare un muro anonimo del centro storico per ricordare la fine della II Guerra Mondiale“, avrà l’onere/onore di tenere una lezione di street art ai ragazzi del Liceo Artistico in collaborazione con i docenti. L’opera sarà realizzata in tempo per essere inaugurata il 2 giugno, Festa della Repubblica Italiana e sarà appunto dedicata a don Camurati e al ricordo del suo vano tentativo di evitare la fucilazione a nove partigiani padri di famiglia “in uno dei più drammatici episodi della storia locale“.

Abbellimento del centro storico, promozione della cultura, accrescimento dell’identità attraverso la valorizzazione del patrimonio storico-simbolico della comunità, sviluppo dei talenti locali, sono solo quattro dei piccioni che si prenderanno con una fava con questa iniziativa a basso costo e che son sicuro porterà altra pubblicità gratuita ed interesse mediatico al Comune Monferrino.

Degna di nota appare anche l’iniziativa di tenere aperta due sere al mese la Biblioteca civica con l’aiuto dell’Associazione Tantasà che realizzerà eventi ad hoc per meglio garantire il successo dell’iniziativa.

Fonti: pagina facebook SAN SALVATORE IN RETE, articoli del 24 marzo e del 30 marzo 2015.

Rispondi