La ciclabile per Viguzzolo discussa in Consiglio Comunale a Tortona

La pedo-ciclabile Tortona-Viguzzolo è stata messa a bilancio preventivo per il prossimo anno dal Comune di Tortona. In questo post ho sbobinato quanto ha osservato sull’argomento il consigliere Giuseppe Bottazzi e la risposta che ha avuto dall’assessore Davide Fara.




Buone notizie per la pista ciclopedonale 99 tra Tortona e Viguzzolo, è stata messa nel bilancio preventivo del Comune di Tortona che è stato approvato nel Consiglio Comunale del 27 febbraio 2018.

Consiglio comunale di Tortona

A parlarne nello specifico è stato il consigliere di minoranza ing. Giuseppe Bottazzi che, nella discussione che ha preceduto la votazione ha ricordato quanto segue:

Il consigliere bottazzi del comune di tortona“Sulle piste ciclabili arrivano soldi da tutte le parti, nel nostro territorio ci sono almeno tre, quattro, cinque progetti di piste ciclabili che hanno un altro finanziamento.

Io, il sig. Sindaco e degli investitori privati che lavorano nell’interporto di Rivalta Scrivia abbiamo percorso quei tratti che potrebbero, una volta messi in sicurezza, rendere più sicuro per i lavoratori recarsi al lavoro in bicicletta.

Adesso spenderemo molti soldi a fare il ponte sul Grue, ma nessuno prende in considerazione di realizzare un ponte sull’Ossona che consentirebbe di raggiungere Lerta e poi, attraverso il ponte di San Guglielmo, arrivare direttamente al centro logistico di Rivalta Scrivia.

Chiedo se non sia possibile avere una visione più integrata di queste cose, sono favorevole alla pista per Viguzzolo, ma portiamola almeno, coinvolgendo il sindaco di Volpedo, fino a Volpedo. Avremmo un percoso che va da Pellizza di Volpedo alla Pieve di Viguzzolo, al polo museale tortonese, a tutto quello che stiamo cercando di fare, anche con i finanziamenti relativi al Terzo Valico, di una pista ciclabile che ci porta fino a Novi Ligure.

Ma pensiamo più in grande, purtroppo non so se sarà possibile, si può pensare, nel rifacimento spondale, prevedere un percorso che ci colleghi a Castelnuovo. Avremmo in questo modo un collegamento tra la VenTo e il Percorso del Pellegrino con 275 chilometri di piste ciclabili, dove, se facciamo i conti, l’investimento per il Comune sarà ben poca cosa.

Se in più consideriamo che ci sono 49 milioni a disposizione, da RFI o altri finanziamenti per lo sviluppo del territorio (il fondo di risarcimento per ospitare i cantieri del Terzo Valico N.d.A.). Se pensiamo questo intervento in una globalità, unendo la parte culturale a quella enogastronomica ecc., ma facendo un progetto integrato: Volpedo, Tortona, Viguzzolo, con in più le strade che ci saranno messe a disposizione dal Terzo Valico, riusciremmo a fare finalmente un collegamento serio tra una pista cicliclabile già finanziata e esistente (la VenTo) con quello che sarà finanziato dalla Regione e per la futura Strada del Pellegrino (per ora solo allo studio) che altrimenti verrebbe tagliata fuori dal nostro territorio.

In più c’è un’altra cosa, dobbiamo rispondere urgentemente a un’altra sollecitazione di piste ciclabili, che ancora una volta sarà a bordo del nostro Comune e che si chiama “Monferrato on tour”. Tutto questo non vede nessun protagonista del nostro Comune, del nostro territorio in questo tipo di attività. Finalmente siamo riusciti, con il dirigente del settore, a fare in modo di porre delle correzioni per vedere di contare qualcosa anche in questo discorso, perchè Alexala, nonostante sia di proprietà dei Comuni continua ad ignorarci.

Il nostro è un territorio completo, l’unico in grado di offrire Musei, Pinacoteca, attività culturali, Abazia di Rivalta Scrivia, che può essere collegato con poco, sfruttando delle sinergie anche con Libarna.

Cerchiamo di muoverci in maniera più sinergica e non “a spot” perchè altrimenti continueremo a spendere dei soldi senza averne nessun ritorno.

All’ing. Bottazzi ha risposto l’assessore ai Lavori pubblici Davide Fara:

Davide Fara comune di tortonaIo faccio un complimento al consigliere Bottazzi perchè da sempre ho apprezzato la sua visione strategica per l’impatto sul territorio, purtroppo poi, all’atto pratico ci sono delle difficoltà. Sicuramente è percorribile la sua proposta di ampliare la ciclabile Tortona-Viguzzolo fino a Volpedo. Quando se n’era discuso si era già detto di suddividere il lavoro in due fasi: fase1 a cui agganciare la fase 2.

Le difficoltà, invece, con tutte le altre ipotesi di piste sono difficoltà oggettive.

La prima: il bando (quello che scade il 23 marzo prossimo N.d.A.) parla di messa in sicurezza della strada. Parla di un progetto unico e quindi si creano delle difficoltà nei tempi che sono disallineati, perchè il tempo della realizzazione del progetto, ad esempio quello finanziato dal terzo valico è al momento un progetto che rientra nel progetto generale di sviluppo. Il bando scade a marzo, quindi se aspettiamo di allinearci con quello perdiamo l’opportunità di chiedere questo.

L’altro aspetto, sempre collegato, è la certetta dei fondi, cioè la Regione per darci il 60% chiede che noi diamo garanzia del restante 40%; la delibera del CIPE, quella che finanzia l’investimento dei 49 milioni di euro, se va bene arriverà ad agosto. Han già dato gli 11 milioni di euro, con cui probabilemente riusciremo a fare il pezzettino di ciclabile sul pezzo di Strada Cerca, ma i 49, quelli che dovrebbero finanziare il vero intervento su dei percorsi cicloturistici, arriveranno se va bene, ad agosto. Ad agosto questo bando sarà già scaduto da quattro mesi. Quindi non è una mancanza di volontà perchè la visione è giusto averla. A volte quello che viene a mancare sono anche proprio i presupposti e le occasioni. Si deve quindi andare a sfruttare le occasioni che si creano. Purtroppo non tutte le circostanze sono favorevoli su quelli che sono i nostri bisogni.

Nel caso della pista ciclabile a bilancio c’era una concentrazione di più fattori:

  • Un bisogno manifesto di sicurezza su quel tratto che presenta criticità che lo rendono impercorribile da chi voglia farlo in bicicletta;
  • Una coincidenza di interessi con dei cittadini di un comune limitrofo. Il bando premia proprio questo tipo di rapporti sovracomunali;
  • Coincidenza con la volontà provinciale di coordinare e dare un supporto.

Probabilmente l’opera migliore sarebbe stata un’opera di più ampio respiro da 50, 30 milioni di euro, ma sulla quale, in questo momento non c’è la coincidenza di tutti questi fattori.

Mi piace molto il suo modo di vedere, ma lo sperimento anche sula mia pelle, a volte ci si scontra con le circostanze di fatto.

Quanto qui sbobinato lo potete ascoltare con le vostre orecchie dallo streaming che rende disponibile su YouTube il Comune di Tortona.

Intervento dell’ing. Bottazzi => t=3h27m5s

Risposta dell’Assessore dr. Fara => t=3h40m40s



Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

One Response to "La ciclabile per Viguzzolo discussa in Consiglio Comunale a Tortona"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.