Decreto Sblocca Volpedo. Nove milioni e 500mila opportunità





Non è passata inosservata la notizia che il Sindaco Giancarlo Caldone ha piazzato un altro colpo da maestro, accaparrandosi, grazie al decreto Sblocca Italia, il finanziamento denominato “Cantieri in Comune” che per il Comune di Volpedo ammonta a 9.500.000€, il terzo in Italia per ordine di grandezza.

Volpedo si aggiudica i fondi del decreto SbloccaItalia

Municipio di Volpedo

Entro il 31 agosto prossimo venturo sarà svelato il progetto per il completamento e la risistemazione di un cantiere fermo da anni, uno scheletro che sarebbe dovuto diventare una casa di riposo, e che adesso risorgerà come una struttura turistico culturale ricettiva d’avanguardia.

In collaborazione con la società privata inizialmente coinvolta nel progetto della residenza si realizzeranno una palestra, un ostello, un laboratorio artigianale.

In nuovi locali saranno aggiunte aule scolastiche e forse un vero e proprio Campus per studenti.

Il 2 di giugno, il Premier Renzi, già Sindaco di Firenze, ha mandato a tutti i Sindaci italiani la seguente missiva per email: “Individuate una caserma bloccata, un immobile abbandonato, un cantiere fermo, un procedimento amministrativo da accelerare. Segnalatecelo entro il 15 giugno all’indirizzo matteo.governo.it.  Sarà nostra cura verificarne lo stato d’attuazione con gli uffici dedicati e – se del caso – procedere all’interno di un pacchetto di misure denominato Sblocca Italia”.

A Volpedo iniziano i Cantieri in Comune

Il Sindaco Caldone non si è fatto sfuggire l’occasione e ha presentato, nei ridottissimi termini, la domanda. Il 16 aprile di quest’anno il Comune di Volpedo ha avuto assegnato il finanziamento.

Castellania, Borghetto, Pastrurana, sono centri turistico-culturali nelle vicinanze di Volpedo, che concorreranno a rendere competitivo il distretto turistico Novi-Tortona.

Novi è già ben inserita nel circuito turistico-esperenziale. Si è accaparrata il Museo dei Campionissimi, ha organizzato l’arrivo di tappa del Giro d’Italia nel 2010, si è confermata anche quest’anno meta di Eventi aggregativi. E’ stata infatti scelta come meta di “invasioni digitali” ovvero un flash-mob in chiave turistico-esperenziale in cui gli internauti si danno appuntamento a far riprese foto/video in luoghi fisici prestabiliti che vengono in quell’occasione invasi di telecamere.

Tortona ha incominciato da poco il dibattito sulla sua rigenerazione urbana, manca ancora una linea strategica, un progetto condiviso. E’ presente all’Expo 2015 di Milano con uno stand che non da i risultati sperati di visibilità. D’altro canto a Tortona è presente una perla come la Pinacoteca della Fondazione che custodisce quadri di interesse e che, unita a Palazzo Guidobono e al museo Orsi, diventa un polo espositivo.

Volpedo è il luogo in cui Pellizza ha dipinto il Quarto Stato, quadro che ha avuto una sorte fortunatissima diventando l’icona del movimento internazionale socialista. Volpedo è un nome conosciuto nel circuito mondiale delle Arti Figurative, ha realizzato una ottima documentazione sulla vita e le opere del “Pittore” ed ha saputo conservare intatto il suo studio. Con la realizzazione dell’ostello e dei laboratori didattici sarà finalmente in grado di attrarre studiosi d’Arte e turisti-culturali in genere.

Volpedo risulta essere inserita in più di un canale turistico, Il club dei “Borghi più belli d’Italia”, dei “Borghi sostenibili del Piemonte” ed è membro dell’Associazione “Strada del Vino dei Colli Tortonesi”.

Buon lavoro dunque al sindaco Caldone e grazie per l’opportunità che ha saputo regalare al nostro territorio.

Foto: Alessandria News 3.0

Il Sindaco di Volpedo Giancarlo Caldone

Il Sindaco Giancarlo Caldone

 

 

One Response to "Decreto Sblocca Volpedo. Nove milioni e 500mila opportunità"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.