Croste o risorse?

Un dibattito su di un’altra fregatura evitata da Tortona se fossero state croste o risorse come al solito buttate al vento?

Croste o risorse quelle che il Comune rifiuta alla Pinacoteca di Brera?

Croste o risorse

La sera di domenica 29 marzo il quotidiano online Oggi Cronaca ha pubblicato una notizia sconvolgente: il Comune di Tortona aveva snobbato l’offerta ricevuta da un dirigente della Pinacoteca di Brera, “ritenuta fattibile e di grande vantaggio per la città”.

Veniva proposta alla nostra Città una sinergia con L’Accademia di Brera che aveva la necessità si esporre opere che per adesso sono custodite nei suoi magazzini perchè non trovano spazio espositivo. A seguito di questa iniziativa chiunque avesse visitato l’Accademia di Brera nel periodo di Expo 2015 (sono previsti circa 350.000 visitatori) sarebbe stato informato della possibilità, una volta giunto a Tortona, di contemplare opere mai esposte prima.

L’articolo proseguiva poi con una polemica sul fatto che il Comune preferirebbe delegare ad altri (leggi Artinfiera) le politiche di partecipazione all’Evento milanese, anzichè impegnarsi in prima persona perchè troppo oneroso.

La notizia è stata pubblicata su facebook da Oggi Cronaca e subito condivisa dalla lista civica Nuova Tortona.

Anche se la smentita del Comune stentava ad arrivare, si è acceso subito un interessante dibattito pubblico: circa trenta commenti su Oggicronaca e altrettanti su Nuova Tortona, una quarantina le condivisioni.

Come ogni buon dibattito i pareri erano diversi. La maggioranza riteneva vergognoso l’operato del comune che, con fare sufficiente, snobbava una occasione irripetibile di rilancio per la città. Altri ritenevano che, se anche si fosse fatta la mostra, sarebbero state scarse le ripercussioni in termini economici. Solitamente in queste occasioni non c’è un vero incremento di vendite per i commercianti.

Qualcun altro non si fidava. Forte di un articolo di Paolo Levi dal titolo “Fondi di magazzino in prestito?” portava il dibattito sul reale valore delle opere che sarebbero state affidate a Tortona, probabilmente delle “croste”, fondi di magazzino che l’assessore Graziano avrebbe fatto bene a rifiutare. Sempre lo stesso intervento consigliava di puntare ad ospitare la delegazione cinese dell’Expo.

Articolo di Levi non da tutti condiviso. In un altro articolo, in cui si analizza la situazione di Brera, viene a galla come sia la Pinacoteca che l’Accademia di Brera siano piene di opere d’arte, del ‘600 e ‘800 lombardo e che non sappiano dove esporle. Anche l’ampiamento nel campus universitario della Bovisa non sarebbe sufficiente. Probabilmente proprio per questo motivo era stata proposta la collaborazione che il Comune avrebbe ignorato.

Qualcun altro, ancora, puntava l’attenzione sul fatto che Tortona avesse una grave carenza strutturale in ambito turistico e denunciava la mancanza di una area camper attrezzata che precludeva la possibilità di ospitare in città il circuito dei camperisti plein air che si vedono costretti a ripiegare su Volpedo o Voghera.

Il giorno dopo è arrivata la smentita del comune con un articolo comparso su Oggi Cronaca il 30 marzo e su SetteGiorni del 4 aprile.

Nella smentita l’Amministrazione Comunale informa che, per quanto riguarda l’Expo, ha preferito puntare su Cascina Triulza. Per la collaborazione con Brera si sta valutando l’ipotesi di una Personale da tenera a novembre 2015 a Palazzo Guidobono.

Speriamo che il dibattito, che dimostra come il tema stia a cuore ai tortonesi, sia da stimolo all’Amministrazione per seguire in maniera più diretta la promozione culturale del nostro territorio.

Il giorno seguente Oggi Cronaca pubblica un articolo in cui denuncia la totale assenza del Comune ad iniziative culturali nonostante la presenza di un settore cultura e manifestazioni con all’attivo, oltre ai dipendenti della Biblioteca comunale, ben sei dipendenti più un dirigente.

Chiudo con la segnalazione di una interessante lettera alla redazione firmata da Giuseppe Calore

 

Foto: Archivio Rai, Gaetano Lo Presti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.