A settembre, per la prima volta, sarà aperta e visitabile dal pubblico la casa in cui visse Pellizza da Volpedo

Per il 150 anniversario della nascita di Giuseppe Pellizza, torneranno a casa cinque capolavori oggi sparsi in tutt’Italia, ma non solo: si potrà visitare la casa in cui visse il pittore…



La casa di Giuseppe Pellizza aperta al pubblico

Mostra per i 150 anni dalla nascita di Pellizza da Volpedo

Lo avevamo già accennato qualche settimana fa. In occasione della mostra “Capolavori che ritornano“, allestita nel 150° anniversario della nascita di Giuseppe Pellizza, i suoi eredi apriranno al pubblico, per il solo mese di settembre, due stanze della casa in cui visse il pittore volpedese a cavallo tra fine Ottocento e i primi anni del Novecento. La casa in cui il pittore visse fino alla sua morte avvenuta il 14 giugno 1907 è adiacente allo studio, oggi museo, in cui il vennero completati alcuni dei dipinti più importanti di sempre, tra cui il famoso Quarto Stato di Pellizza da Volpedo, che ancora oggi è un simbolo della lotta degli ultimi.

Un’occasione più unica che rara per ripercorrere i passi che il maestro del divisionismo percorreva quotidianamente. Nonci rimane che andare di persona a Volpedo.

Inaugurazione: sabato 1 settembre, ore 17.00 presso la Società Operaia

Orari e apertura: sabato ore 15-19 domenica 10-12 e 15-19

Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter. Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.