Tre nuovi ingressi nel Sistema Bibliotecario Tortonese

Cresce il Sistema Bibliotecario Tortonese tre nuovi ingressi con Pozzolo Formigaro Volpedo (Biblioteca Civica) e Predosa.

Il Sistema Bibliotecario Tortonese è stato tra i primi a essere istituito e funzionare in Regione a partire dal 1981. Ha seguito lo sviluppo, e il più delle volte la nascita, di tutte le biblioteche attualmente operanti sul territorio e ha contribuito a rivitalizzare due istituzioni antiche come la biblioteca del Seminario maggiore della Diocesi e la biblioteca magistrale del liceo “Giuseppe Peano” di Tortona, ricche di decine di migliaia di titoli e di collezioni specialistiche.

Scopo del sistema è svolgere un’attività coordinata al fine di favorire, tra le biblioteche aderenti, una maggiore utilizzazione del patrimonio librario, delle attrezzature mobili e dello scambio di iniziative o manifestazioni culturali. I sistemi bibliotecari mediante la gestione integrata dei servizi bibliotecari e delle attività culturali, tesa all’ottimizzazione delle risorse economiche, facilitano l’accesso ai servizi bibliotecari da parte dei cittadini, promuovono la diffusione del libro e della lettura e costituiscono un supporto tecnico per le biblioteche aderenti; inoltre presiedono alla condivisione delle risorse umane, strumentali ed economiche, all’armonizzazione delle attività di valorizzazione del patrimonio librario e documentale, allo sviluppo di politiche di acquisto coordinate e allo sviluppo di politiche culturali comuni.

La Biblioteca Civica “Tommaso De Ocheda” di Tortona, in qualità di Centro Rete, coordina tutte le attività del sistema e in accordo con le biblioteche aderenti presenta ogni anno il piano delle attività didattiche e culturali che sono poi a disposizione di tutto il sistema. Nel 2019 sono stati realizzati più di 300 laboratori che hanno coinvolto più di 8.000 bambini e ragazzi delle Scuole di ogni ordine e grado presenti sul territorio del sistema. Sempre nello stesso anno è nato il progetto “ViaggiAmo con i Libri”: si tratta di un progetto culturale che il Sistema Bibliotecario Tortonese ha ideato e sviluppato attraverso l’Associazione Culturale Librialsole, che ne cura l’organizzazione e il coordinamento, per promuovere il libro, la lettura, la scrittura, le arti e l’editoria nel suo vasto territorio. Gli autori, gli artisti e gli operatori culturali coinvolti hanno sempre un’autorevolezza nazionale, comprovata da curricula prestigiosi e da specifiche esperienze in ambito scolastico e pedagogico. Ogni edizione propone un numero considerevole di incontri, suddivisi tra studenti, insegnanti e pubblico sul territorio e nelle scuole del Sistema Bibliotecario Tortonese. La pandemia ha ovviamente intralciato, quando non addirittura bloccato, le attività, ma grazie al supporto delle nuove tecnologie, si è comunque potuto svolgere in parte le attività programmate: ad esempio, più di 800 ragazzi delle scuole superiori cittadine hanno partecipato al progetto “Professione Reporter: la metamorfosi del giornalismo nel terzo millennio” e hanno potuto ascoltare le testimonianze di giornalisti e foto reporter quali Laura Silvia Battaglia, Mario Boccia, Giovanni Fasanella, Toni Capuozzo, Antonio Caprarica, Tiziana Ferrario e Marco Gasperetti. Un altro grande successo è stato il corso di formazione on-line a cui hanno partecipato circa 80 tra insegnanti, bibliotecari e operatori culturali: ben otto incontri dedicati all’editoria per ragazzi. Un altro importante servizio offerto dal nostro Sistema Bibliotecario è l’utilizzo della piattaforma digitale MLOL: gli utenti hanno la possibilità di usufruire, gratuitamente e in qualsiasi luogo, di ebook, musica, film, giornali, banche dati, corsi di formazione online e archivi di immagini, oltre ad avere a disposizione testate nazionali (Corriere della Sera, Gazzetta dello Sport, La Stampa, ecc.) internazionali (The Guardian, The Washington Post, Le Monde, El Pais, Der Tagesspieler ecc.) e riviste leggibili ogni giorno nella loro versione cartacea digitalizzata.

E’ sicuramente il bell’esempio di rete e collaborazione fra Biblioteche e non solo, che ha convinto ad aderire tre nuove realtà: lo scorso anno sono entrate nel nostro Sistema la Biblioteca “Caterina De Marco” di Pozzolo Formigaro e la “Biblioteca Comunale Mario Fiori” di Volpedo, mentre da quest’anno anche la Biblioteca Civica “A. Pesce” di Predosa. Queste ultime si affiancano alle Biblioteche Civiche dei Comuni di Arquata Scrivia, Casalnoceto, Castelnuovo Scrivia, Garbagna, Gremiasco, Pontecurone, Sale, San Sebastiano Curone, Sarezzano e Viguzzolo, a quelle scolastiche di liceo “Peano”, l’I.I.S. “Marconi”, Istituti Comprensivi Tortona A e Tortona B, oltre a quelle private di Fondazione C. R. Tortona, Associazione Pellizza da Volpedo, Seminario Vescovile e del sindacato CISL sede provinciale di Alessandria.

Sale così a 21 il numero totale delle biblioteche aderenti. Sul sito sistemabibliotecariotortonese.it sono reperibili tutte le informazioni circa il sistema stesso e soprattutto su tutte le biblioteche aderenti.

Inoltre lo scorso anno il Sistema ha aderito all’Associazione nazionale “Rete delle Reti”, un movimento nazionale di cooperazione tra sistemi bibliotecari: ad oggi ne fanno parte 36, distribuite su tutto il territorio nazionale. L’evoluzione del contesto sociale e culturale ha investito le biblioteche pubbliche di nuove funzioni e nuovi ruoli, che sono chiamate ad assumere all’interno dei propri territori, ma con la necessità di adottare una nuova e più ampia visione di cooperazione. Proprio questo è lo scopo della “Rete delle Reti”: individuare una serie di valori attorno ai quali costruire un percorso cooperativo concreto, che trovi immediata traduzione in un assetto istituzionale per dotare tutti gli aderenti di ambiti organizzativi e strumenti operativi che favoriscano quei processi di integrazione necessari per lo sviluppo del settore bibliotecario italiano.

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.