Sanità in provincia di Alessandria – Anche i sindacati non ci vedono chiaro e chiedono un incontro al Prefetto

Dispiace dare queste notizie, ma in caso di una recrudescenza del Covid-19 la scelta, che sembra abbia preso la nostra Regione, di andare verso la privatizzazione della sanità territoriale sarebbe deleteria.



I SINDACATI pronti a mobilitarsi sulla SANITÀ

CGIL CISL e UIL, unitamente alla categoria dei PENSIONATI, sono fortemente preoccupate per la scelta dell’ASL-AL del taglio progressivo dei SERVIZI territoriali, come avviene a Spinetta Marengo e al rione Cristo, mentre contemporaneamente crescono le “case della salute” private.

Se la scelta fosse quella di andare verso la privatizzazione della sanità territoriale, il sindacato – senza alcuna prevenzione o ostilità verso la sanità privata – si opporrebbe con forza, essendo fermamente convinto che la sanità pubblica deve fare la sua parte, svolgendo pienamente il suo ruolo.

La scelta dell’ASL è particolarmente incomprensibile nel quadro dell’emergenza sanitaria che sembra andare incontro a una recrudescenza, e la riduzione dei servizi territoriali avrà inevitabili gravi ricadute sulle famiglie e sulla popolazione anziana.

È stata inoltrata richiesta d’incontro al Prefetto, per discutere di tematiche che potrebbero avere effetti di tenuta sociale.

Alessandria, 5 ottobre 2020

Commenta con Facebook


Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.