In questi giorni stanno arrivando le bollette di Gestione Ambiente, la Tassa rifiuti non si paga più al Comune

Un altro pezzo di Welfare viene privatizzato, c’è ancora molta incertezza su come si paga, non tutti pagheranno di più, o almeno si spera che chi è più virtuoso riesca a risparmiare qualche euro. Il compost da diritto ad uno sconto del 50%.



Le Terre Derthona e la raccolta rifiuti differenziata

Come si evince dalla foto, recentemente il sindaco di Alluvioni Piovera, ing. Giuseppe Betti ha dato chiarimenti riguardo a quanto c’è da pagare per i rifiuti.

Ambasciator non porta pena, mi viene da dire, nel senso che il Comune di Alluvioni Piovera ha dovuto aderire, come gli altri dell’area di Gestione Ambiente, che comprende i distretti di Tortona e Novi Ligure.

In questi giorni stanno arrivando le prime bollette a Sale, alcuni si sono fatti prendere dal panico. I rifiuti sono un altro tema su cui in campagna elettorale si è fatto leva per destabilizzare gli elettori, c’è chi è arrivato a promettere che mai si sarebbe passati alla raccolta differenziata. Invece eccola qua, come direbbe “Vasco”, come mi è venuta … e chi lo sa.

È venuta che ora ci tocca fare una parte di lavoro a noi utenti. Dobbiamo fare una cernita a monte, anche di una certa complessità, che se faremo nel migliore dei modi ci porterà un beneficio di pochi euro, se invece vogliamo continuare a fare l’indifferenziata e quindi mettere tutto nell’unico bidone di cui si paga il ritiro, allora potremmo arrivare a pagare più del doppio.

Questo è quello che ho capito io dopo aver partecipato ad alcuni incontri  in comune a Tortona e nella Sala della Fondazione, dopo aver letto i pochi comunicati che sono stati emanati negli ultimi anni, avendo parlato della questione con alcuni salesi che mi hanno spiegato le tecniche migliori per una buona differenziazione e qualche falla nel sistema, che richiede molto controllo. Qualcuno potrebbe fare il furbo e riporre la propria spazzatura a casa di altri. Così come qualcuno potrebbe disperdere nell’ambiente la propria spazzatura, sporcando Tortona e le Terre Derthona, e sembra proprio che qualcuno lo stia facendo, ve ne parlerò al termine dell’articolo.

Per incominciare ripropongo le parole che il sindaco Betti ha usato per chiarire la questione sul gruppo facebook “Sei di SALE se…

Pubblico il commento con cui ho risposto a un post sulla fattura rifiuti per conoscenza di tutti.
Voglio fare un po’ di chiarezza, perché forse anche a causa del COVID che non ha permesso di fare riunioni pubbliche di spiegazione, mancano alcune informazioni fondamentali che non si capiscono solo leggendo le comunicazioni nella fattura appena arrivata.
a) Da quest’anno la gestione dei rifiuti in 21 comuni del novese e tortonese è completamente fatta da Gestione Ambiente, non è più un servizio del comune. Questo modo di operare diventerà lo stesso in tutta l’Italia perché il servizio raccolta e smaltimento rifiuti dovrà considerato come i servizi di acqua, luce e gas; infatti dallo scorso anno ARERA, l’authority di controllo dei servizi fondamentali, controlla anche il servizio rifiuti affinché l’emissione delle bollette e la gestione del servizio venga fatta secondo le regole stabilite.
b) La tariffa 2020 per i 21 comuni non è ancora stata definita: il Consorzio Rifiuti la definirà entro il 30 settembre e dovrà essere approvata da ARERA; poiché sarà una tariffa unica, ci saranno piccole variazioni, in alcuni comuni ci sarà un aumento rispetto al 2019 in altri una riduzione. La tariffa sarà composta da tre voci, una parte fissa basata sui metri quadri che copre i costi generali del servizio, una parte variabile calcolata basata sul numero di componenti del nucleo familiare che copre i costi della raccolta e smaltimento dei rifiuti differenziati (plastica, carta, vetro, organico) su cui viene applicato lo sconto del 50% per chi fa il compostaggio domestico e una parte variabile misurata basata sugli svuotamenti del cassonetto indifferenziato (12 euro a svuotamento del cassonetto di 120 litri) con una parte minima di svuotamenti già addebitata in tariffa pari al numero di componenti + 1.
c) Fattura di acconto ricevuta, calcolata sul 75% della tariffa pagata lo scorso anno nei nostri comuni (Alluvioni Piovera, Sale e Molino avevano già applicato la tariffa trinomia sopra descritta) per le prime due parti; a gennaio ci sarà il conguaglio della parte già fatturata ovviamente ricalcolando il numero effettivo dei componenti del nucleo familiare se sono variati, in base alla nuova tariffa e fatturato il numero degli svuotamenti di indifferenziato fatti. Cito il mio caso come esempio, lo scorso anno ho pagato 236 euro per 2 persone (io faccio il compostaggio), la fattura di acconto che è arrivata è di 102 euro da pagare in due rate, a settembre e ottobre. Ho fatto due calcoli veloci, se la tariffa rimane invariata rispetto allo scorso anno e faccio solo i tre svuotamenti minimi pagherò 172 euro, se ne faccio 6 pagherò 208 euro, se ne faccio 9 come lo scorso anno ne pagherò 244.
In conclusione siamo a settembre, non abbiamo ancora pagato un euro per un servizio che abbiamo dal 1 gennaio, se saremo virtuosi pagheremo meno dello scorso anno, se non lo saremo pagheremo di più come è giusto che sia, finalmente è finito il tempo in cui la collettività, cioè tutti noi pagavamo per chi se ne fregava (e tralascio ogni discorso sulla sostenibilità ambientale e sul futuro del nostro pianeta se lo ricopriamo di rifiuti).
Se qualcuno di voi in base a quello che ho scritto, visto che ho letto di cifre esorbitanti ricevute come fattura di acconto ritiene che ci siano calcoli sbagliati può tranquillamente rivolgersi a Gestione Ambiente ed evidenziare l’errore.
Scusate il mio lungo post, spero di essere stato chiaro e utile, buona giornata a tutti.

Come sta andando a Tortona?

Approfitto per segnalare il fatto che alcuni nostri lettori residenti nella zona artigianale di via Postumia, dove da febbraio ha avuto inizio la raccolta differenziata di Gestione Ambiente, denunciano l’inciviltà di alcune persone che hanno scambiato la via Postumia per una discarica a cielo aperto. Aggiungono anche che hanno già fatto parecchie segnalazioni al Comune di Tortona, che sembra impossibilitato a intervenire. I rifiuti sono ancora lì e continuano ad aumentare.

Qui sopra la documentazione fotografica

Ora, dal momento che: Gestione Ambiente S.p.A. è una azienda privata con un bacino di utenza che comprende i Comuni del territorio del novese, del tortonese e della Valle Scrivia, per un totale di 45 Comuni e un totale di n. 132.656 abitanti, viene da chiedersi: “Anche questa volta i benefici andranno al privato e gli oneri al pubblico?” Se per il passaggio dal vecchio al nuovo sistema di raccolta rifiuti sono prevedibili ed evidenti alcune situazioni da gestire in maniera straordinaria, chi si deve accollare i costi? Alcuni “integralisti del tutto mi è dovuto” si erano già fatti avanti, e avevano detto che “alcuni loro amici” non avevano nessuna intenzione di pagare la differenziata e avrebbero disperso i rifiuti nell’ambiente.

Qui avete le foto di Tortona, ma situazioni analoghe si registrano a Sale e a Viguzzolo, entrambi comuni in cui con la nuova raccolta differenziata sono comparsi rifiuti a bordo strada. A quanto pare gli incivili sono tra noi. Chi si deve accollare i loro costi?

 

 

Commenta con Facebook


Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.