Ci risiamo, gente, questa volta però tenetevi forte che la botta sarà più dura della volta scorsa

Circolano foto di autoambulanze in coda al pronto soccorso di Tortona, sono ambulanze vuote, vecchi catorci dell’esercito. Probabilmente al Covid Hospital di Tortona stanno nuovamente svuotando i reparti No-Covid.



Venerdì 6 novembre 2020 – Lockdown 2.0

Girano in queste ore le foto delle ambulanze in coda per accedere al Pronto Soccorso dell’Ospedale Civile di Tortona, scelto come Covid-Hospital dalla Regione Piemonte.

Abito vicino all’ospedale e mi sono incuriosito, quindi ho deciso di fare un sopralluogo, si tratta di ambulanze evidentemente vuote, hanno il vano sanitario con luci e riscaldamento spento, inoltre autisti e barellieri sono molto rilassati, segno che non hanno ancora nessuno a cui badare.

Non escludo che altri equipaggi abbiano iniziato a trasferire da noi i pazienti Covid, oltre alle quattro ambulanze dell’esercito ce ne erano altre, tra cui una della Croce Verde proveniente dalla provincia di Piacenza, e una della Croce Bianca in arrivo dalla provincia di Cuneo. Queste probabilmente hanno “scaricato“, ma le quattro più suggestive, quelle verdi oliva, sembrano destinate al “carico“. Probabilmente un modo, quello di utilizzare ambulanze specifiche, per tenere i pazienti no-Covid al pulito dal virus.

[EDIT a circa un’ora dalla pubblicazione: Le ambulanze stavano trasportando pazienti covid verso l’ospedale di Tortona, sembra facessero parte di una carovana di 10 ambulanze partite dall’Ospedale Maria Vittoria di Torino alla volta del nostro ospedale. Il termine “catorci” è molto infelice, ad ogni modo vi renderete conto anche voi che non si tratta di ambulanze di recente costruzione. Per chi ha voglia di prendersi la briga di leggere, la smentita l’ho data qua: “L’Ospedale di Tortona è già unicamente Covid, i pazienti no-covid sono già stati trasferiti, quindi le ambulanze che arriveranno in questi giorni saranno tutte con paziente a bordo.]

Poco si capisce, ad ogni modo credo che il minimo che possiamo aspettarci da un ospedale Covid sia il fatto di movimentare ambulanze…

Mentre vi scrivo il presidente Giuseppe Conte, in conferenza stampa, sta dando le disposizioni previste dal DPCM odierno. Non buone, sono riassunte nella grafica che segue. La botta questa volta sarà dura, soprattutto per le categoria che rientrano nelle chiusure. In bocca al lupo a tutti, da adesso, o meglio da venerdì, “chi ha avuto ha avuto, chi ha dato ha dato“, almeno fino al 3 dicembre. Il Piemonte è in zona Rossa, quella più colpita. Non sarà facile, alcuni di noi alla cattività dovranno aggiungere un tracollo economico. A loro vanno tutti i miei auguri di farcela.

zona gialla, arancione e rossa

Commenta con Facebook


Iscriviti alla Newsletter di Tortona Oggi

Se ti iscrivi alla nostra Newsletter riceverai due numeri speciali a Natale e il Primo aprile. Siamo contro lo spam, per ora abbiamo in programma solo queste due spedizioni. Saranno edizioni molto curate e di qualità, delle vere chicche da non perdere. Saranno distribuite in anteprima esclusiva solo agli iscritti della nostra Newsletter.

Il servizio di newsletter consiste nell'invio di comunicazioni elettroniche a seguito della espressa richiesta del destinatario, per cui compilando ed inviando il seguente modulo ci darai automaticamente il consenso ad utilizzare i tuoi dati per questo scopo.

One Response to "Ci risiamo, gente, questa volta però tenetevi forte che la botta sarà più dura della volta scorsa"

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.