Tortona ritrova il Numero Unico di Natale, l’edizione 2018 è la n. 87

Dopo un anno di assenza è trornato il Numero Unico AGAT, che ogni anno mette in piazza i segreti degli studenti tortonesi.



A SUMA TURNA chi (Siamo di nuovo qui)

La copertina del Numero Unico AGAT 2018

Dopo un buco di un anno ritorna a Tortona il giornaletto satirico Numero Unico (di seguito NU), edito da AGAT con uscita il giorno di Natale.

L’oracolo più atteso dell’anno è stato regolarmente distribuito dagli strilloni che presiedevano ogni rotatoria e ogni semaforo della amata “Tortonda“, nome con cui i ragazzi dell’AGAT (Associazione Goliardi Autonomi Tortonesi) chiamano Tortona.

Anche quest’anno gli altarini più inconfessabili del mondo studentesco tortonese sono stati pubblicati in tempo per rovinare il pranzo di Natale di molti di loro che, nel bene e nel male, hanno saputo mettersi in mostra durante l’anno.

Tante conferme e qualche novità per l’ottantasettesimo NU, quest’anno particolarmente influenzato dal mondo social, Instagram in testa. E’ infatti il social network fotografico di casa Zuckerberg ad aver “fornito” tanto materiale per un adeguato “sputtanamento” (perdonatemi il termine così specifico).

Sopportate in silenzio e vomitate nella tazza. Prima o poi ci passano tutti“, dichiarano gli editori che comunque precisano: “Personaggi e fatti che compaiono sono nati dalla fantasia degli autori. Ogni riferimento a fatti e persone reali è puramente casuale“.

Tra le novità di questa edizione una maggior attenzione ad aspetti più generali, legati a tulla la realtà tortonese e non solo al mondo studentesco, che comunque rimane protagonista. In particolare è stato preso di mira un “Oracolo locale“, forse troppo vicino alle fake news per essere ancora affidabile. A pagina 39 del N.U. 2018 si legge infatti una squisita parodia di “Odie Nunzium (Odierne Cronache)“, che riesce a cogliere nel segno e, forse, a farci riflettere.

La tradizione dell’aperitivo “unico

Il NU è scritto in codice, un codice linguistico molto legato a nomi ed espressioni prettamente tortonesi e che quindi va de-codificato.

Nella foto che accompagna questo articolo vedete un gruppo di tortonesi, di svariate età ed interessi, che, durante l’aperitivo di Natale al Bar Tiziana di Corso Romita, cerca di de-criptare il singolare oracolo mischiando le informazioni (e i contatti social) dei suoi componenti.

Legato alla tradizione del Numero Unico AGAT, infatti, c’è anche la necessità di incontrare gli amici e i parenti per “farsi tradurre” le notizie ancora ignote e dare spiegazioni su quelle che già siamo stati in grado di interpretare.

Insomma, nel complesso un anno sabbatico è servito al NU per trovare nuova vitalità, e anche qualche nuova rubrica, confermandosi a pieno titolo una delle tradizioni natalizie tortonesi.

Lunga vita al Numero Unico AGAT.

Un gruppo di avventori decodifica il Numero Unico al bar Tiziana
Un gruppo di avventori decodifica il Numero Unico 2018 al bar Tiziana

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.